Miglior olio CBD: test, esperienze e recensioni sull’olio di CBD 2021

L’olio di CBD ha molti vantaggi ed è spesso considerato un potenziatore naturale della salute. Le tre lettere CBD sono le abbreviazioni del cannabidiolo, uno dei principali principi attivi contenuti nelle piante di canapa. L’acquisto di olio di CBD potrebbe avere molti vantaggi per il tuo benessere.

Tuttavia, sebbene ci siano rinomati produttori di olio di CBD, ce ne sono anche molti che non lo sono. Una rapida ricerca su Internet ti consentirà di trovare alcuni siti Web con olio di CBD in vendita (ma fai attenzione. , alcuni marchi vendono prodotti di scarsa qualità).

Per aiutarti a scegliere i prodotti migliori, abbiamo confrontato tra loro i 15 prodotti migliori e li abbiamo elencati in ordine dal migliore al peggiore.

Che cos’è l’olio di CBD?

L’olio di CBD è un olio a base di fiori di canapa. Contiene cannabidiolo puro estratto dai fiori di canapa o da ceppi di cannabis a basso contenuto di THC. Una volta estratto, viene miscelato con un olio base come olio di canapa, olio di cocco o alcol aromatizzato, che è il modo in cui vengono prodotte le tinture e gli oli di canapa.

Il CBD viene estratto dalle piante di canapa. L’estrazione del cannabidiolo può essere eseguita con l’estrazione con solvente come la CO2 o utilizzando un estrattore meccanico, l’estrazione estrae i loro cannabinoidi seguendo le stesse procedure della produzione di olio di cannabis.

Dopo la distillazione, l’olio di CBD grezzo viene miscelato con un olio vettore, tipicamente olio di semi di canapa, o olio di cocco per essere assorbito in modo ottimale dai consumatori e ottenere tutti gli effetti sinergici positivi sul corpo. Nella miscela finale, il rapporto tra CBD e olio vettore varia tipicamente tra il 5% e il 50% di CBD.

Che cos’è un olio di CBD a spettro completo?

L’olio di CBD a spettro completo utilizza tutti i composti dei fiori di canapa invece di isolare solo il cannabidiolo. Ciò significa che ottieni tutti i composti, inclusi tutti i cannabinoidi, i terpenoidi, i flavonoidi dell’intero fiore di canapa e non solo l’isolato di CBD. Questi lavorano insieme per fornire molti benefici per la salute. Se un particolare tipo di estratto di olio di CBD ha tutti gli estratti naturalmente presenti nella pianta di cannabis, è un olio di CBD a spettro completo.

Quali sono i benefici medicinali dell’olio di CBD?

Alcune ricerche hanno persino scoperto i potenziali benefici per la salute e le applicazioni medicinali del CBD. Ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, riducendo il rischio di ictus e malattie cardiovascolari. Gli studi suggeriscono anche che il consumo di cannabidiolo può aiutare con dolore cronico, depressione, problemi di sonno e ansia.

Per i disturbi più comuni (dolore, sonno e ansia), si consiglia di assumere tra 20 e 1000 milligrammi (mg) di olio di CBD al giorno.

Vantaggi dell’olio di CBD e delle sue applicazioni

Il CBD ha molti vantaggi che possono aiutarti ad alleviare o alleviare una serie di disturbi comuni. Di seguito descriveremo in dettaglio i principali casi di utilizzo degli oli di cannabidiolo.

Relax e sonno

Il CBD contrasta i problemi mentali e fisici dell’insonnia. Il composto offre effetti positivi sulle persone che soffrono di disturbi del sonno e questo cerca una soluzione per aiutarli a rilassarsi e dormire.

Questo perché è stato dimostrato che ha effetti calmanti che aiutano a calmare il sistema nervoso. Gli effetti del CBD sono noti come un’alternativa naturale e più morbida agli antidepressivi, che aiuta ad alleviare l’ansia e a stimolare il sonno.

L’olio aiuta a ridurre l’ansia e gli ormoni dello stress come il cortisolo, la vasopressina e la noradrenalina. Una sensazione di lieve sonnolenza può manifestarsi entro 20 minuti dall’uso dell’integratore di olio. Di solito, gli effetti del cannabidiolo durante la notte possono essere molto utili per le persone con insonnia.

Infiammazione

L’infiammazione è la risposta naturale del corpo a una lesione o infezione. Questa è una buona cosa in quanto protegge il corpo da ulteriori danni e uccide anche i batteri. Tuttavia, quando l’infiammazione si prolunga o non si spegne, può portare a molte malattie croniche.

Il dolore da infiammazione è il tipo più comune di dolore cronico che le persone sperimentano. L’infiammazione è la risposta naturale del corpo a una lesione o infezione provocando il flusso di sangue al tessuto danneggiato. In alcune persone, tuttavia, l’infiammazione può diventare una condizione cronica che causa dolore in tutto il corpo e comunemente al collo, al torace, alle articolazioni, alla schiena, ai fianchi e alle gambe.

Il CBD può aiutare a trattare l’infiammazione cronica. Tuttavia, l’infiammazione è anche strettamente collegata ad altri problemi di salute, quindi è meglio trattare l’infiammazione piuttosto che solo il disagio.

Pressione arteriosa

Ci sono diversi fattori che aumentano il rischio di problemi di ipertensione. Avere il diabete, essere in sovrappeso, avere il colesterolo alto, invecchiare, avere una storia familiare di ipertensione o alcune malattie renali legate all’ipertensione. Mantenere una pressione sanguigna ottimale può aiutare a ridurre il rischio di ipertensione, poiché anche un leggero aumento della pressione sanguigna potrebbe aumentare il rischio di infarto o ictus.

Molte diete e programmi sanitari tentano di abbassare e ridurre la pressione sanguigna senza effetti collaterali. In genere, cercano di concentrarsi sull’eliminazione del sodio, mangiare piccoli pasti più frequentemente e mantenere abitudini di vita sane. Tuttavia, il CBD può aiutare ad abbassare i livelli di pressione alta. È generalmente tollerato dalla maggior parte delle persone.

Perdita di peso

La ricerca suggerisce che il cannabidiolo può ridurre l’assunzione di cibo e aumentare il metabolismo. Poche gocce di olio di CBD possono anche aggiungere un tocco di ricchezza in più agli ingredienti della tua cucina. Ci sono molti ingredienti sorprendenti con l’etichetta “superfood” sul mercato. Ma la maggior parte ha un prezzo così alto, e la maggior parte di loro non sono altro che alcuni integratori alimentari senza alcun effetto reale. Tuttavia, con il CBD, puoi ottenere i nutrienti di cui hai bisogno in modo naturale e dare una spinta al tuo metabolismo.

Per quali disturbi può essere utile l’olio di CBD?

I vantaggi e gli usi medici del CBD sono molteplici. Nel corso di questo articolo vi parleremo dell’uso del Cannabidiolo (CBD) e dei risultati che ha avuto negli anni nell’industria farmaceutica.

Gestione del dolore

Il CBD sta rapidamente diventando uno dei medicinali più popolari per la gestione del dolore. L’olio di CBD viene estratto dalla pianta di cannabis a basso contenuto di THC in quanto ha un alto contenuto di cannabidiolo (CBD) e un basso contenuto di tetraidrocannabinolo (THC). L’attuale farmaco di scelta per alleviare il dolore è la morfina, che è ampiamente riconosciuta come una droga molto pericolosa e che provoca una personalità molto avvincente. L’idrocodone è anche un altro farmaco da prescrizione di cui si è molto abusato. Secondo quanto riferito, il 76% dei consumatori di eroina soffriva di dipendenza da farmaci da prescrizione e dipendenza da oppiacei e l’età media della dipendenza da eroina è di 25 anni. Questi pericolosi effetti collaterali dei farmaci significano che è necessario sostituire questi farmaci da prescrizione con qualcosa di più sicuro. Il CBD, con i suoi effetti che non creano dipendenza, è stato spesso pubblicizzato come un’ottima alternativa in grado di lenire i dolori senza che l’utente sperimenti nessuno dei sintomi di astinenza da oppioidi e farmaci da prescrizione.

Disturbi da stress e ansia

Un disturbo da stress è una condizione in cui una persona sperimenta un aumento delle reazioni negative agli stimoli quotidiani, che si traduce in emozioni indesiderabili come ansia, panico, depressione, irritabilità e problemi di sonno. Se non trattati, questi disturbi possono portare a un ulteriore deterioramento della salute. Tuttavia, la ricerca suggerisce che il CBD può offrire enormi benefici terapeutici a milioni di persone che soffrono di ansia.

Gli studi hanno scoperto che il cannabidiolo può essere efficace per il trattamento dei sintomi del disturbo da stress post-traumatico (PTSD), compresi i sintomi che comportano stress psicologico e disturbi del sonno.

Diabete

Il diabete è una condizione fisica in cui la persona ha alti livelli di glucosio nel sangue. Questo può accadere a causa di cattive abitudini alimentari e obesità, o semplicemente a causa dell’età. La presenza di alti livelli di zucchero nel sangue può causare molte complicazioni mediche, comprese condizioni cardiovascolari o danni ai nervi e agli occhi.

La diagnosi di diabete può essere lieve o grave e questo avrà effetti diversi sul corpo. Molti di noi sono quotidianamente consapevoli della neuropatia diabetica o dei danni ai nervi. Spesso chiamata anche neuropatia periferica diabetica (DPN), questa condizione colpisce i diabetici di tutto il mondo. È la principale causa di amputazione prevenibile degli arti e danni ai nervi.

L’olio di CBD può aiutare a regolare l’insulina, che può migliorare i livelli di zucchero nel sangue. Il cannabidiolo aumenta la memoria legata al mangiare, sopprime l’appetito e può aiutare a ridurre i livelli di zucchero nel sangue. Il cannabidiolo è anche neuroprotettivo, proteggendo il cervello e il sistema nervoso quando i livelli di glucosio sono alti.

Depressioni

Il CBD per la depressione è stato ampiamente dibattuto online da utenti ed esperti. Gli studi hanno scoperto che il consumo di CBD migliora l’umore e aiuta a calmare la depressione. L’olio di CBD può funzionare notevolmente per alleviare le persone con depressione. Questo olio è stato abbracciato da molte persone che lo usano; dicono di aver visto risultati positivi. Tra le persone che soffrono di depressione, l’olio riduce lo stress e aumenta i livelli di energia nei loro corpi. Il trattamento tradizionale per la depressione è un farmaco antidepressivo. Questi farmaci hanno effetti collaterali che possono essere troppo devastanti. Pertanto, molte persone cercano altre opzioni per curare la depressione. Molti si rivolgono all’olio di CBD.

Male alla testa

In generale, la maggior parte delle persone è consapevole dei benefici dell’esercizio fisico per ridurre o prevenire il mal di testa. Tuttavia, pochissimi sono consapevoli dei potenziali benefici del CBD per il mal di testa. Gli oli di CBD sono ricchi di benefici per la salute che alleviano sia la tensione che l’emicrania. Numerosi utilizzatori di cannabidiolo confermano l’efficacia del CBD nell’alleviare i dolorosi mal di testa. La maggior parte degli utenti fa riferimento alle proprietà analgesiche (antidolorifiche) del cannabidiolo che alleviano il dolore, rendendo i prodotti CBD utili per alleviare la tensione e l’emicrania.

Asma

L’asma è una malattia infiammatoria dei polmoni in cui il paziente sperimenta periodi di difficoltà respiratorie. Questo di solito può essere indolore, ma quando i sintomi diventano intensi e incontrollabili, si parla di asma. Le vie aeree dei polmoni del paziente si restringono, il che può essere una situazione grave, ma se il paziente consuma i giusti nutrienti, i problemi respiratori possono essere ridotti in modo significativo.

Sclerosi multipla

La sclerosi multipla è caratterizzata come una malattia neurodegenerativa lenta e progressiva, con ricadute e periodi di remissione. Ci sono molti sintomi che possono comparire nei pazienti con sclerosi multipla. Molte persone si lamentano di essere relativamente sane fino a quando una malattia non compare all’improvviso. La sclerosi multipla fa parte della famiglia delle malattie autoimmuni. Il corpo non può distinguere tra sostanze estranee o cellule proprie e le tratta come una sostanza aggressiva.

La sclerosi multipla si manifesta sotto forma di sintomi come; debolezza, intorpidimento o formicolio del corpo, difficoltà di parola, dolore e problemi di memoria e concentrazione. La malattia non ha cura, ma solo una terapia. Tuttavia, gli oli di CBD possono aiutare a calmare i sintomi di questa malattia.

Morbo di Crohn

La malattia di Crohn si sviluppa spesso nel periodo tra i 15 ei 30 anni ma può essere diagnosticata a qualsiasi età. Il sintomo più tipico è l’infiammazione della parete intestinale, che può portare alla perdita di peso. La malattia può danneggiare gli organi interni o altre aree del corpo. La malattia di Crohn non può essere curata, tuttavia, viene trattata con farmaci e cambiamenti nello stile di vita. All’inizio del trattamento, un medico deve valutare il tipo e la gravità della malattia e adattarla a ciascun paziente. Se la malattia viene rilevata in una fase iniziale, può essere trattata con successo.

La ricerca medica odierna ha aperto la strada a nuovi farmaci e metodi di trattamento. L’uso della canapa CBD per curare il morbo di Crohn può essere un’azione benefica in aggiunta al trattamento. La malattia di Crohn provoca infiammazione nel tratto gastrointestinale, che è principalmente dovuta a danni interni al sistema immunitario. Il cannabidiolo è noto per avere proprietà antinfiammatorie, quindi potrebbe essere interessante consultare i consigli del medico sull’uso del CBD in combinazione con altri medicinali.

Parkinson

I sintomi del Parkinson iniziano con tremori diffusi e rigidità al viso, agli arti e alla mascella. Inoltre, può essere difficile camminare in linea retta. Con il progredire dei sintomi, salire le scale, parlare, deglutire, scrivere e mangiare può diventare più difficile. Il trattamento a lungo termine con vari farmaci può alleviare i sintomi, ma non può curare la malattia.

Il CBD per il morbo di Parkinson è stato ampiamente dibattuto online da utenti ed esperti. Il consumo di oli di CBD può calmare i sintomi del Parkinson. Quelli con la condizione spesso consumano cannabidiolo. Riduce la rigidità muscolare e la deambulazione incontrollata che si verifica nelle persone affette dal morbo di Parkinson. Alcuni medici ora prescrivono il CBD ai pazienti con Parkinson perché ha mostrato risultati promettenti negli studi.

Cancro

Il cancro riguarda la genesi e la crescita delle cellule cancerose. La causa principale del cancro sono le anomalie genetiche e può essere correlata allo stile di vita e alle cause fisiche di malattie e lesioni. Un certo numero di malattie genetiche come la malattia di Huntington hanno anche un legame con lo sviluppo del cancro. I risultati di questa rapida proliferazione di queste cellule anormali si vedono in diversi stadi del tumore, a seconda dell’aggressività dei tumori.

L’olio di CBD ha aiutato un certo numero di persone a ridurre gli effetti negativi delle loro malattie e dei trattamenti contro il cancro. L’olio migliora anche la guarigione dei pazienti chemioterapici. Il cannabidiolo può apportare alcuni benefici ai trattamenti contro il cancro come la stimolazione dell’appetito, la riduzione del dolore, l’anti-nausea e l’ansia. I malati di cancro sono in grado di ottenere questi benefici senza diventare dipendenti dal CBD.

Qual è meglio, CBD o THC?

In teoria, il CBD dovrebbe funzionare altrettanto bene del THC per scopi medicinali. Tuttavia, ricerche recenti mostrano che CBD e THC funzionano meglio insieme: questo è noto come “effetto entourage”. Tuttavia, il THC è considerato una sostanza psicotropa e vietato nella maggior parte dei paesi dell’Unione Europea. Per questo motivo è importante scegliere un olio di CBD contenente meno dello 0,2% di THC per essere conforme alla normativa europea.

Effetti e durata

Poiché il CBD è così nuovo e potente, gli effetti possono variare da un prodotto all’altro. Gli effetti del CBD di solito richiedono dai 15 ai 20 minuti per sentirli e durano circa cinque ore prima che gli effetti svaniscano.

Il dosaggio dell’olio di CBD si basa sul peso corporeo, ma prendiamo in considerazione anche altri fattori come l’età, il metabolismo e le condizioni. La maggior parte degli studi sul CBD utilizza dosaggi compresi tra 20 e 1.500 milligrammi (mg) al giorno. L’uso del CBD è relativamente sicuro. Si raccomanda comunque di rispettare le dosi indicate dal produttore.

Effetti collaterali dell’olio di CBD

In questo momento, non sono mai stati segnalati molti effetti collaterali derivanti dal consumo o dall’uso di CBD. Naturalmente, qualsiasi sostanza, anche il CBD, può interagire con altri farmaci, quindi assicurati di consultare il tuo medico prima di iniziare l’uso se hai una condizione preesistente o se prendi farmaci.

Gli effetti collaterali dell’olio di CBD possono variare da persona a persona. Gli effetti dell’olio di CBD possono variare da nessun effetto collaterale a effetti collaterali da lievi a lievi e generalmente tollerati. La maggior parte delle persone usa l’olio di CBD con comodità e non trova alcun problema con esso. tuttavia, alcune persone possono sperimentare effetti collaterali. Gli effetti collaterali più comuni dopo aver consumato olio di CBD sono secchezza delle fauci, diarrea, sensazione di stanchezza e nausea.

Altri fattori chiave per i prodotti a base di olio di CBD

Ci sono molti fattori da considerare, tra cui la qualità della canapa utilizzata per l’estrazione e il tipo di metodo di estrazione.

Ci sono alcune cose che possono aiutarti a trovare il prodotto migliore per te.

ingredienti

Il CBD è un prodotto relativamente sicuro, ma è comunque importante scegliere un prodotto di alta qualità, puro e privo di contaminanti come i pesticidi. Alcuni produttori usano canapa biologica, che garantisce che l’olio di canapa sia privo di pesticidi.

Concentrazione

La concentrazione e la potenza del prodotto sono molto importanti. L’olio di CBD a livelli di concentrazione del 5% e oltre può fornire risultati per una serie di condizioni.

Dove acquistare l’olio di CBD?

Ci sono molti posti dove puoi comprare olio di CBD. Alcuni negozi CBD locali vendono questo prodotto.

Una rapida ricerca su Internet ti troverà un paio di posti con olio di CBD in vendita (ma procedi con cautela: alcuni marchi vendono oli di CBD di bassa qualità, che possono potenzialmente avere gravi effetti collaterali sulla salute).

Anche l’acquisto di olio di CBD online è una buona opzione. L’olio di CBD trovato online ha gli stessi benefici medicinali di quello acquistato dai dispensari locali o dai negozi di marijuana medica.

I prodotti CBD sono anche venduti direttamente dai produttori. Probabilmente troverai prezzi migliori online rispetto al negozio classico, ma è importante acquistare da un’azienda che ha una buona esperienza per l’olio di CBD di alta qualità, che assicura anche che i suoi prodotti siano sicuri e legali.

Prima di acquistare olio di CBD, fai molte ricerche per assicurarti che il prodotto non contenga sostanze chimiche dannose (come i pesticidi) e abbia i livelli di dosaggio raccomandati.

Infine, assicurati che il tuo olio soddisfi tutti gli standard di sicurezza normativi.

Il prezzo

Quando acquisti oli di CBD dovresti sapere che alcuni rivenditori offrono olio di CBD a buon mercato. Di solito usano oli che non sono così forti per darti il ​​sollievo di cui hai bisogno. Questo perché tendono a ottenere maggiori profitti vendendo oli impuri o meno efficaci. Il prezzo elevato del vero olio di CBD può offrirti molti vantaggi. Gli oli di canapa di alta qualità sono utili e generalmente contengono ingredienti migliori rispetto ai prodotti più economici.

Fonte:

Cannabidiol in Anxiety and Sleep: A Large Case Series

Antioxidative and Anti-Inflammatory Properties of Cannabidiol

Cannabidiol in the Treatment of Post-Traumatic Stress Disorder: A Case Series

Antidepressant-like and anxiolytic-like effects of cannabidiol: a chemical compound of Cannabis sativa

Cannabidiol (CBD) Use in Type 2 Diabetes: A Case Report

Cannabidiol to Improve Mobility in People with Multiple Sclerosis

An overview of cannabis based treatment in Crohn’s disease

Cannabidiol in Parkinson’s disease

Cannabidiol (CBD) as a Promising Anti-Cancer Drug

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*